Comunità per tossicodipendenti: come funziona?

L'efficacia del Programma Narconon

Indice dei Contenuti

Come funzionano le principali comunità per tossicodipendenti

Se stai leggendo questa pagina è molto probabile tu ti stia chiedendo: “comunità per tossicodipendenti: come funziona?“. La domanda è più che lecita visto che non si conoscono bene queste realtà. Molte persone che hanno il problema della tossicodipendenza prima di richiedere l’ingresso o prendere contatti vogliono capire cosa li attenda una volta entrati. 

C’è da dire che esistono diverse comunità ed ognuna funziona in modo diverso, in base ai programmi adottati. In questo articolo cercheremo di descrivere la giornata tipo in base alle principali tipologie di struttura.  Cercheremo anche di dare ulteriori informazioni relative a come si accede, sicuri che potrebbe essere d’aiuto.

Comunità lavorativa convenzionata: come funziona?

Le Comunità lavorative nascono negli anni ’70 a seguito del boom di abuso dell’eroina. Le principali città italiane erano state letteralmente invase e moltissimi giovani erano finiti nella trappola della dipendenza. In moltissimi morivano di overdose ed il governo era completamente impreparato. Il problema tossicodipendenza era per lo più sconosciuto. Alcune persone di buona volontà per salvare questi ragazzi misero a disposizione delle strutture (cascine, casolari ecc..) dove radunare i ragazzi che volevano smettere, così da creare delle aree protette, senza tentazioni. Questi ragazzi venivano poi impegnati in attività lavorative di diverso tipo, (agricoltura, allevamento, piccoli lavori di manutenzione, edilizia, cucina ecc..). Venivano decise delle regole interne ed il tempo diventava la cura. 

Lavoro, convivenza e colloqui di gruppo

La giornata era dedicata al lavoro, al rispetto reciproco e a colloqui di gruppo, dove venivano trattate le principali questioni legate alla convivenza e appunto al lavoro. Questi sistemi esistono ancora. L’ideologia di base è che una persona, trascorrendo diverso tempo pulita, lavorando e rispettando le regole dovrebbe poi, una volta uscita, continuare così. In queste strutture si accede tramite Ser.T o contatto diretto se c’è posto e una volta arrivato il proprio turno sulla lista d’attesa.

Comunità terapeutica: come funziona?

Le comunità terapeutiche nascono in ambienti psichiatrici con l’idea di abbattere la gerarchia verticale esistente in quei luoghi tra operatori ed ospiti. Il tentativo era volto a responsabilizzare quest’ultimi alla regolamentazione della vita comunitaria. Lo scopo finale era cambiare gli atteggiamenti considerati “deviati” dalla patologia. Questa modalità fu poi adottata come cura per le tossicodipendenze. In queste comunità oltre ad attività lavorative si dovrebbero svolgere incontri con lo psicologo (talvolta psichiatra) o colloqui di gruppo. 

Lungo periodo di permanenza

Anche nel caso di questo tipo di comunità la durata del percorso è abbastanza lunga (solitamente da un anno e mezzo in su). In alcune strutture somministrano pesanti psicofarmaci psicotropi, nel tentativo di addormentare il problema. Questo approccio è a nostro parere deleterio. Nelle associazioni comunitarie terapeutiche si accede tramite Ser.T o contatto diretto, se c’è posto e una volta arrivato il proprio turno sulla lista d’attesa.

Comunità per tossicodipendenti privata: come funziona?

Le Comunità per tossicodipendenti private come ad esempio i Centri Narconon sono completamente differenti. La persona non è impegnata in attività lavorative. Il lavoro è svolto sul proprio problema con l’aiuto degli operatori. Il Programma Narconon è un metodo unico nel suo genere. Si tratta di una vera e propria tecnologia basata su studi e ricerche molto approfonditi sull’argomento. La tossicodipendenza è un problema complesso, sfaccettato. La tossicodipendenza coinvolge il lato biochimico (fisico), mentale ed umano. Evitare uno di questi fattori o non entrarvi in profondità, renderebbe la ripresa molto difficile. 

Percorso breve, naturale ed efficace

Al Narconon l’ospite segue una disintossicazione fisica naturale, attraverso una dieta ben calibrata, esercizio fisico e sudorazione in sauna. Il risultato è l’eliminazione del desiderio compulsivo di prendere droghe. Ulteriori passi del percorso si rivolgono alle cause della dipendenza e ad una riabilitazione delle capacità necessarie a vivere in modo sano. E’ un lavoro intensivo ed individuale che permette di farcela in tempi brevissimi (mesi). Nei Centri privati si accede direttamente, senza intermediari. L’ingresso è immediato.

 

 

Guarda le foto della Comunità Narconon Astore
Video introduttivo del Programma Narconon

Vuoi saperne di più?

  • Vuoi maggiori informazioni su come funziona una comunità?
  • Vuoi maggiori informazioni sul Programma Narconon
  • Vuoi approfondire l’argomento?
  • Hai altre domande?

Chiama subito il Numero Verde 800 189 433, un operatore ti darà le informazioni che cerchi subito e nel pieno rispetto della privacy.

Clicca per far partire la chiamata

 

Richiedi una consulenza telefonica

Per un aiuto immediato o semplici informazioni chiama subito, un operatore risponderà ad ogni tua domanda h24, 7 gg su 7.

Numero verde gratuito

Contattaci con Whatsapp

Non te la senti di parlarne al telefono? Puoi scriverci direttamente, ti risponderemo in tempo reale.

Entra nella live chat

Scrivi nella chat del sito nell’angolo a destra. Un operatore specializzato è qui per darti le informazioni di cui hai bisogno, anche mantenendo l’anonimato.

Comunità di Recupero Narconon Astore

Una soluzione alla dipendenza

Sia che il problema riguardi te o la persona a cui vuoi bene è il momento di lasciarsi aiutare. Gli operatori della Comunità di Recupero Narconon Astore conoscono la situazione e hanno un’esperienza trentennale. Stanco di sfogliare pagine? Ricevi una consulenza immediata. Chiama ora, max privacy.