Assuefazione significato e conseguenze

Assuefazione: significato e conseguenze

Cosa significa essere “assuefatto” e cosa comporta

Quando si parla di assuefazione si fa riferimento a un fenomeno legato al consumo reiterato di una certa sostanza, tra cui farmaci e droghe. Chi è assuefatto sviluppa una resistenza agli effetti della droga o del farmaco assunto: questo significa che per ottenere le sensazioni iniziali di piacere o giovamento, sarà via via necessario utilizzare quella sostanza in quantità sempre maggiori.

Cosa succede all’organismo di chi sviluppa un certo grado di assuefazione? Il principio attivo della sostanza che si tende a consumare abitualmente viene metabolizzato in modo sempre più abile e la sensibilità a livello cellulare diminuisce notevolmente.

Assuefazione e tolleranza

Legato, quindi, al concetto di assuefazione c’è quello della tolleranza, e per poterlo combattere l’unica soluzione consiste nell’aumentare la dose o nel sospendere il trattamento: per questo motivo lo specialista prescrive certi integratori o farmaci affinché siano assunti a intermittenza e in modo ciclico.

Contrariamente a quanto si tenda a pensare, l’assuefazione, dunque, è una condizione reversibile, quindi con la sospensione è possibile ripristinare la sensibilità al principio attivo così come era alle origini. Occorre, però, fare una precisazione: non si deve assolutamente compiere l’errore di confondere l’assuefazione con la dipendenza, perché questa spinge il soggetto a non poter fare a meno di assumere la sostanza.

Leggi anche: La dipendenza da droghe non è una semplice debolezza

Quali sono i rischi per la salute

Per sviluppare un certo livello di assuefazione non conta solo il tipo di droga o farmaco assunto, ma anche le caratteristiche del singolo individuo e le condizioni in cui si utilizza la sostanza incriminata. Al fine di contrastare l’assuefazione, l’organismo è sottoposto a un sovradosaggio che fa aumentare esponenzialmente il rischio di manifestare effetti collaterali di una certa importanza.

Assuefazione e sovradosaggio delle sostanze
Assuefazione e sovradosaggio delle sostanze

Tra le sostanze che causano assuefazione in misura notevole ci sono soprattutto quelle psicoattive, tra cui la nicotina, l’alcol, le anfetamine e gli oppiacei (eroina, morfina, codeina, ecc.). A queste si aggiungono, per esempio, anche gli steroidi anabolizzanti, per questo non è raro imbattersi in culturisti professionisti che ne fanno uso in maniera eccessiva, minimizzando le conseguenze per la salute che questi dosaggi hanno il potere di indurre.