Dalla strada alla vita

“Ciao a tutti,
il mio nome è Giorgio. Ho 28 anni e sono stato dipendente dall’ eroina per oltre 15 anni della mia vita. Ero una persona ormai incapace di ragionare, di stare con i miei cari, con i miei amici, con chiunque.
A settembre del 2016 ero arrivato ad essere completamente fuso, non tornavo più a casa da 9 giorni, vivevo in mezzo alla strada, non mi lavavo nemmeno. Non mi facevo sentire con nessuno dei miei familiari, fino al momento in cui è venuta mia madre a cercarmi, ha provato a farmi mangiare ma non avevo la forza nemmeno di portarmi la posata alla bocca.
Ho deciso di andare a casa con lei, appena mi è arrivata l’astinenza, fortissima, mi picchiavo da solo per il dolore insopportabile che sentivo, non riuscivo a respirare, mia madre si è spaventata così tanto che ha chiamato l’ambulanza, mi hanno portato in ospedale dove mi hanno legato per farmi stare fermo e poi mi hanno sedato con delle punture. Potete vedere le condizioni in cui ero in questa foto.
Al mio risveglio come ho visto due operatori del centro ed ho detto: «siete voi quelli della comunità? Andiamo.» Poi mi sono riaddormentato e non ricordo più nulla dei due giorni successivi.
La cosa incredibile, una cosa che non mi è successa prima nella mia vita, è che non ho mai avuto un’astinenza così sopportabile e così breve grazie all’aiuto di tutti i procedimenti che ho ricevuto al Narconon.
Da quel momento in poi lì dentro è stato un sogno. Non riuscirò mai a dimenticarmi il periodo della mia rinascita ed il Narconon è stata la mia prima casa da quando ho ricominciato a vivere. Proprio perché io, avendo iniziato con l’eroina a 13 anni senza mai aver smesso, non ho mai vissuto una vita normale.
Dovete capire una cosa, quello che il programma ci offre non ha prezzo, investire su me stesso è stata la decisione migliore che ho preso e sono stato ripagato con la mia vita, me la sono ripresa ed è una cosa meravigliosa.
Vi dò un consiglio per voi stessi, io per esperienza personale so molto bene cosa significa essere dipendente da eroina, cocaina, hashish, alcol, farmaci, tutto.. ed è veramente tremendo, non riusciamo a ragionare, pensiamo di star bene, quando invece senza esserne consapevoli abbiamo un immenso bisogno di aiuto, di imparare a vivere e di conoscere cos’è l’amore per la vita.

Non abbiate paura o timore di andare a riabilitarvi ed il Narconon è il posto migliore dove farlo, per me è stata una famiglia che mi ha accolto a braccia aperte. Mi ha aiutato veramente tanto.
Grazie a loro ho dato una grande grande grande svolta alla mia vita.
Adesso ho recuperato il rapporto con tutti i miei familiari, nessuno escluso, con mia moglie e mia figlia, ho riscoperto il vero valore dell’amore verso i miei cari e sono contento di sapere che sto per diventare padre per la seconda volta perché ora che sto bene sono in grado di affrontare una responsabilità del genere, senza la preoccupazione di non essere in condizione di fare il padre ma solo con infinita gioia.
È bellissimo svegliarsi e non sentire il bisogno di sostanze ma essere pieno di voglia di vivere, voglia di fare e di affrontare la giornata con gioia. Oggi sono una persona senza nessuna dipendenza e sto veramente bene, sia fisicamente che mentalmente.
Ringrazio tutti, in primis me stesso che ho avuto il coraggio di reagire e con l’aiuto del Narconon ce l’ho fatta.
Grazie a tutti, operatori e compagni di viaggio, per aver contribuito a realizzare un lieto fine alla mia storia.

Vi voglio bene”

Giorgio