Una nuova era per il Programma Narconon

Sabato 28 Novembre 2015 si è tenuta una festa di inaugurazione per il Nuovo Programma Narconon. Presenti alla festa diversi genitori, graduati, amici, sostenitori e autorità locali. Il Direttore Esecutivo Francesco Scelsi, da più di trent’anni impegnato nel salvare le persone dalle droghe e dall’alcol, ha presentato il Nuovo Programma Narconon agli ospiti, un metodo molto più veloce e semplice da seguire.

Questo grande cambiamento avvenuto in tutto in Network Narconon getta le fondamenta per salvare ancora più persone dalla trappola della tossicodipendenza e dell’alcolismo. Per l’occasione il Centro Narconon Astore è stato completamente ristrutturato, per renderlo ancora più ideale nell’ospitare chi intende riabilitarsi. Alla cerimonia del taglio del nastro hanno partecipato Giovanni Foresta, sempre presente agli eventi del Narconon Astore. Una vita straordinaria la sua, dedicata a proteggere i cittadini e a garantire l’ordine pubblico. Non da meno, scrittore e poeta dotato di una sensibilità fuori dalla norma, le cui opere suscitano una rinnovata passione per la vita. Ecco uno stralcio del suo discorso:

“Sono qui oggi, in veste di uomo e di padre e di scrittore, a testimoniare il mio legame affettivo e consolidato con la famiglia del Narconon Astore, una realtà mondiale composta da uomini e da donne di ogni pensiero, Credo e provenienza geografica; i membri sono genitori, figli, amici, adulti e ragazzi,
tutti profondamente motivati dal desiderio di ripartire dal punto zero!

Oggi qui si parla di un nuovo programma che sono certo sarà la testimonianza concreta di chi sta imparando “sul campo” e sta cercando di migliorarsi per migliorare.

comprenderemo presto che nessuno di noi è immune dal “punto zero” o dalla dipendenza, un male sociale, quest’ultima, che si presenta sotto molteplici aspetti invitanti ma che conducono tutti alla stessa azione… distruttiva. La famiglia del Narconon Astore è anche la mia famiglia!

Sinceri Auguri!

Il secondo ospite, Don Ricardo Gonzales, rappresentante della diocesi Fabrianese, spinto da una grande vocazione sta dedicando la sua vita al servizio della comunità fabrianese, aiutando i parrocchiani ed assolvendo con grande impegno ai difficili doveri del sacerdozio.

Sin dal nostro arrivo ci ha accolti senza pregiudizio ed è sempre stato sensibile alle attività del Narconon rendendosi disponibile per dare il suo importante sostegno agli operatori ed ospiti del Centro.

Prima del taglio del nastro Il Direttore Esecutivo Francesco Scelsi ha promesso di continuare la lotta alla droga con entusiasmo e dedizione ancora crescenti.