Come aiutare un marito cocainomane?

Come aiutare un marito cocainomane? Alcuni consigli preziosi da seguire per recuperare la persona che ami

Se stai leggendo questa pagina probabilmente hai già scoperto e sei sicura che tuo marito sia coinvolto nell’uso di cocaina a tal punto da diventare un cocainomane. La miglior cosa da fare in questi casi è rivolgersi a dei veri e propri esperti che possano guidarti e trasmetterti il giusto comportamento che dovresti tenere. In questo modo potresti avere delle risposte alla fatidica domanda: “come aiutare un marito cocainomane?”.

Spesso il cocainomane giura e spergiura di poter risolvere il problema da solo, senza nessun aiuto. E’ da tenere in considerazione che la tendenza a sminuire e giustificare il proprio comportamento è un classico dei tossicodipendenti. In molti casi l’onestà ed i valori personali vengono perduti. Probabilmente hai già sentito promettere che le cose sarebbero cambiate e che l’uso di cocaina era avvenuto per questo o quel motivo. Ma di recente ti sei accorta che, nonostante questo, l’uso di cocaina continua.

“In casa nostra ormai era una lotta continua. Lui negava anche l’evidenza ed io lo vedevo precipitare nel vuoto…”

S.D. – Moglie di un ex cocainomane

Si tratta di dipendenza da cocaina? Quanto è grave? 

La risposta a questa domanda è semplice. La gravità della situazione non è dettata dalla frequenza con la quale tuo marito usa cocaina. Non è questione se si tratta di tutti i giorni o solo dei week end o due volte al mese. Un cocainomane non riesce a rinunciare alla cocaina nonostante questo comportamento stia danneggiando se stesso o altre aree della sua vita, come ad esempio il matrimonio oppure il lavoro.
Se vuoi veramente capire la gravità della situazione la domanda che ti devi fare è: “Quanto è cambiato mio marito?”. Dovresti vedere come era prima di fare uso e se la sua personalità sia peggiorata o meno. Dovresti chiederti se è ancora una persona degna di fiducia o se la sua vita sia ancora trasparente. Se è diventato un bugiardo, un irresponsabile o se ha sbalzi di umore repentini e se la prende con te e con altri familiari per nessuna valida ragione, non c’è tempo da perdere.

Come aiutare un marito cocainomane

Come aiutare un marito cocainomane?

Quello che stai per leggere è frutto di un’esperienza quarantennale nel settore della dipendenza. Più considererai queste informazioni come vere più avrai possibilità di salvare tuo marito.

Cose che NON funzionano:

  • Accettare un’ulteriore promessa da parte sua
    Probabilmente sai già che qualsiasi cosa dica o prometta tuo marito benché suggerito da buoni propositi non si realizzerà perché a questo punto è la cocaina che comanda.
  • Cercare di tenerlo sotto controllo
    Avere il controllo di tuo marito 24 ore su 24 è impossibile e di nessuna utilità. Prima o poi quando il controllo da parte tua si allenterà lui avrà una ricaduta.
  • Portarlo per un periodo lontano da casa
    Sicuramente questo potrebbe fare avere un sollievo, ma quando lui tornerà nel suo ambiente il desiderio di prendere droghe tornerà a farsi sentire. Oppure dopo un po’ di tempo lui troverà nel nuovo posto il modo per drogarsi ancora.
  • Mantenere la dipendenza nascosta ai suoi cari
    Spesso per paura di preoccupare e di far soffrire altre persone si ha la tendenza di mantenere questa situazione nascosta nei confronti di altri familiari. Quello che abbiamo visto è che l’unione fa la forza e quando più famigliari sono compatti nell’aiutare il loro caro si ha più probabilità di successo. Questa è una responsabilità che tu devi condividere con altri.
  • Terapie di psicofarmaci o ricoveri in cliniche e reparti psichiatrici
    Aggiungere droghe (anche se legali) ad una persona che già ne prende e che comunque sta cercando di sfuggire alla realtà è paradossale e nel 99% dei casi non risolve niente, anzi intossica ancora di più l’individuo. Oltre 40 anni di esperienza e osservazione ci hanno dimostrato che chi si è sottoposto a tali trattamenti ne è uscito ancora più confuso e intossicato e che comunque il problema cocaina non era stato risolto.
Come aiutare un marito cocainomane - Cose che non funzionano
Marito cocainomane

Quello che funziona:

  • Farsi guidare da esperti del settore
    Esistono operatori qualificati che nel massimo della riservatezza e della privacy possono guidarti in modo che tu sappia come aiutare tuo marito.
  • Fare in modo che lui accetti di entrare in un centro specializzato
    L’unica via d’uscita che possa garantire grandi possibilità di pieno e definitivo recupero sono i programmi di recupero dei centri residenziali. Fortunatamente questi programmi al momento sono relativamente brevi e non durano anni come un tempo. Il Programma Narconon ad esempio dura qualche mese e non fa uso di farmaci o droghe sostitutive. Alcuni operatori possono aiutarti a fare in modo che lui accetti questo tipo di aiuto.

Una valida soluzione

Il Centro di Recupero dalla Cocaina Narconon Astore è una delle migliori soluzioni a livello europeo. In breve tempo tuo marito può uscire dal problema cocaina una volta per tutte e tornare ad essere la persona che era un tempo ma con maggior autocontrollo e responsabilità. Chiama un operatore al Numero Verde 800 18 94 33, una voce amica ti ascolterà subito e ti darà i giusti consigli e il supporto necessari a risolvere definitivamente la situazione. Dal 1994 il centro ha aiutato centinaia e centinaia di famiglie di tutta Italia e Europa, il supporto è gratuito e nel pieno rispetto della tua privacy.

Fai il primo passo ora! Chiama il Numero Verde 800 189 433

Chiama subito un operatore. Nella completa riservatezza potrai ricevere una consulenza personalizzata in modo da essere più competente in questo difficile momento. Sicuramente una chiamata non può peggiorare la situazione. Approfittane! Gli operatori sono gentili e dedicati ed hanno una grande esperienza in questo settore. Non perdere altro tempo.

Ho scoperto che mio marito è un cocainomane
Numero Verde gratuito h24

Photo on top by Eric Ward on Unsplash